Prevenzione della Corruzione

 

PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E PER LA TRASPARENZA 2021 - 2023 approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. 20 del 29/03/2021

.
AVVISO PUBBLICO PIANO TRIENNALE PER LA PREVENZIONE DELLA
CORRUZIONE E PER LA TRASPARENZA 2022-2024
.

PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E PER LA TRASPARENZA 2021 – 2023

.

B_Analisi_Rischio     

.

C_Misure   

.

C1_Misure per eree rischio

.

Scheda per la predisposizione entro il  31/03/2021 della relazione annuale del Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza 

.

Delibera di G.C. n. 20 del 29.03.2021

.

 

.
ARCHIVIO PIANO TRIENNALE
Piano Comunale Triennale di Prevenzione della Corruzione 2013-2015
Piano Triennale 2016-2018
Piano Triennale 2017-2019
Piano Triennale 2018-2020
Piano Triennale 2019-2021
Piano Triennale 2020-2022
 

WHISTLEBLOWING

Il whistleblowing è stato introdotto dalla legge n. 190/2012 e successivamente modificato dal d. l. 24 giugno 2014, n. 90, convertito in legge 11 agosto 2014, n. 114, che titola “Tutela del dipendente pubblico che segnala illeciti”. Le indicazioni per l’attuazione di questa disposizione di legge si rinvengono nel Piano Nazionale Anticorruzione adottato dalla Commissione indipendente per la valutazione, la trasparenza e l’integrità delle Amministrazioni Pubbliche – C.I.V.I.T. – (ora A.N.A.C.), con deliberazione n. 72 del 11.09.2013, e nella determinazione n. 6 del 28 aprile 2015 che definisce le “Linee guida in materia di tutela del dipendente pubblico che segnala illeciti (c.d. whistleblower)”.

Lo scopo dello strumento è facilitare la segnalazione, da parte dei lavoratori (dipendenti a tempo indeterminato o determinato, nonché collaboratori), di comportamenti che possono costituire illeciti, in particolare di natura corruttiva, proteggendo il segnalante da qualsiasi trattamento ingiustificato.

Il Responsabile della Prevenzione della Corruzione (RPC) tutela la riservatezza dei dati secondo le norme e promuove l’utilizzo di strumenti elettronici volti a tale finalità. Il dipendente prenderà in considerazione, non solo quelle situazioni che configurano reati di corruzione, ma anche quelle in cui, nel corso dell’attività lavorativa, si riscontri un abuso di potere al fine di ottenere vantaggi privati.

MODULO PER LA SEGNALAZIONE DI CONDOTTE ILLECITE .

Contenuto inserito il 13-11-2013 aggiornato al 14-04-2021
Facebook Twitter Linkedin
Recapiti e contatti
Piazza Matteotti, 17 - 03013 Ferentino (FR)
PEC protocollo.ferentino@pec-cap.it
Centralino 07752481
P. IVA 00229230602
Linee guida di design per i servizi web della PA
Seguici su: